24 Luglio 2019

La Storia

L’Impronta è nata dall’esperienza di un gruppo di volontariato, dedicato alla disabilità, legato alla Parrocchia di San Barnaba nella periferia sud di Milano. Questa esperienza carica di emotività, passione ed altruismo è cresciuta negli anni sino a strutturarsi in un’associazione riconosciuta. In breve tempo le attività si sono estese dal quartiere Gratosoglio a buona parte della periferia Sud di Milano (le zone di decentramento 4, 5 e 6) e ad alcuni comuni dell’hinterland limitrofo (Rozzano e Opera in particolare).

Al momento di costituire l’associazione L’Impronta, nel settembre del 1999, il gruppo dei soci fondatori cercò di comprendere nell’oggetto sociale del suo statuto, sia le attività che già da tempo stava realizzando il gruppo dei volontari storici denominato “L’Impronta”, sia alcuni progetti che costituivano il presupposto di sviluppo da gruppo ad associazione. Oggi, quegli stessi progetti sono diventati esperienza concrete nel territorio della zona sud di Milano ed hanno, a loro volta, generato nuove progettualità evolute e complesse dedicate alle persone più fragili.

Nel 2004 si affiancarono alle attività sociali di cura, educazione ed assistenza dei più deboli, le prime nuove progettualità per l’inserimento lavorativo di persone disabili e fragili con la nascita della cooperativa sociale Via Libera a cui sono seguite negli anni nuove cooperative (Agrivis, For-te) che hanno dato vita a diverse imprese sociali (Gustop, Micrò, Gustolab, Altrostampo).

Nel 2007 da associazione di volontariato L’Impronta acquisisce personalità giuridica.

Tutti i progetti ed i servizi che sono stati attivati per un periodo limitato nel tempo e in via sperimentale si sono arricchiti negli anni grazie alle professionalità introdotte e ai contributi di numerosi volontari e donatori.

Oggi L’Impronta è diventato un vero e proprio Gruppo, composto da più cooperative sociali che gestisce, diverse sedi e servizi operando in partnership con enti pubblici e privati, in particolare del privato sociale.

Nel 2011 l’associazione ha ricevuto dal Sindaco di Milano la Benemerenza Civica, con la seguente motivazione:

“Esempio notevole di quel mondo di altruismo e generosità rappresentato dal volontariato milanese. L’associazione è attiva a Milano e nell’hinterland dove promuove, in nome di una profonda fede nei valori cristiani di solidarietà e carità, progetti e servizi a favore di persone diversamente abili, anziani e minori in condizioni di svantaggio e disagio sociale. Tutte le iniziative de l’impronta mirano alla valorizzazione della persona, al suo benessere e all’integrazione con il territorio a partire dal ruolo della famiglia come elemento centrale di coesione sociale”.

LE TAPPE PIU’ SIGNIFICATIVE DELLA NOSTRA STORIA:

  • 1991 nascita del gruppo informale di volontari dell’oratorio di San Barnaba – Milano
  • 1999 diventiamo associazione riconosciuta di volontariato: L’Impronta
  • 2001 assumiamo i primi lavoratori dipendenti
  • 2004 nasce la prima comunità residenziale Colibrì e nasce la cooperativa sociale Via Libera
  • 2010 al via il primo progetto di sistema abitativo per persone con disabilità
  • 2012 prende forma il primo progetto di inserimento lavorativo di persone con disabilità nel ristorante Gustop
  • 2014/15 apriamo il panifico Gustolab e la stamperia Altrostampo in cui lavorano persone con disabilità
  • 2016 nasce, all’interno del perimetro di Milano, la cooperativa sociale agricola Agrivis, dedicata alla coltivazione di piccoli frutti e ortaggi biologici, con il lavoro di persone fragili
  • 2019 creiamo la cooperativa sociale For-Te e con essa il primo progetto di delivery che impiega persone con disabilità
  • 2019 dopo 5 anni di lavoro, il 22 maggio, alla presenza del Sindaco di Milano Beppe Sala, inauguriamo il centro polifunzionale Ri.Abi.La

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: