SENTIRSI IN-VERSI, PER NIENTE DIVERSI

Un progetto innovativo, patrocinato dal Comune di Rozzano, grazie al quale i Centri Diurni (S.F.A., C.S.E., C.A.D.) dell’Area Adulti con Disabilità de L’Impronta Associazione Onlus hanno l’occasione di sperimentarsi sul territorio della città di Rozzano, mettendosi al servizio dei bambini delle Scuole dell’Infanzia e delle Scuole Primarie.
La novità sta nell’inversione di prospettiva: i giovani adulti con disabilità, invece di fruitori delle attività,
diventano conduttori di proposte laboratoriali offerte ai più piccoli.
Grandi e piccini sono protagonisti attivi di una esperienza coinvolgente che pone l’attenzione sulle competenze della persona con disabilità, piuttosto che sulle sue fragilità, al fine di valorizzare uno scambio positivo tra realtà, premessa di concreta conoscenza e integrazione.
Il progetto si articola in tre proposte differenti:
– SFA La Bussola – Spettacolo teatrale “L’Isola dei Coraggiosi”
Liberamente tratto dal libro: 100 racconti per bambini coraggiosi, di Elena Sforza.
Un excursus fra personaggi “coraggiosi” dei giorni nostri e del passato che si scontrano e presentano per le loro qualità! Da Fedez a jk Rowling passando per Freddie Mercury scopriremo che i veri coraggiosi siamo noi.
– CSE L’Ancora – Spettacolo teatrale “Per donne (e non) del futuro … A VOLTE BASTA UN “NO””
Liberamente tratto dal libro: Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie, di Francesca Cavallo e Elena Favilli
Una storia, tante storie, donne, uomini, bambini, racconti veri un po’ romanzati con immagini
dolci, divertenti ed emozionanti per scoprire che tutti siamo diversi ma se crediamo in noi stessi
possiamo arrivare davvero ovunque. La rielaborazione parte dall’idea che diversità forse è un modo di guardare la realtà.
– CAD Tempo AL Tempo – “A Mille ce n’è, libro tattile… in rima”
Una attività laboratoriale durante la quale i bambini sono invitati a toccare un grande libro costruito
con materiali di riciclo. Ogni pagina gigante rappresenta una semplice filastrocca in rima, i cui
protagonisti sono animali, che vivono una emozione facilmente riconoscibile. La filastrocca è scritta, ma è anche raccontata dalle persone con disabilità che l’hanno inventata e trasformata in immagine.
I bambini saranno coinvolti in prima persona, sperimentando la conoscenza attraverso il tatto e
relazionandosi direttamente con i conduttori, ai quali potranno chiedere spiegazioni sulle storie e sui
materiali utilizzati per realizzarle.
I laboratori saranno realizzati nei mesi di Marzo, Aprile e Maggio presso le scuole dell’infanzia e primarie del Comune di Rozzano